Le principali malattie del gatto persiano

Boli di pelo nel gatto Persiano

  • I gatti Persiani sono una razza felina dal pelo lungo e folto, per cui tendono a soffrire del problema dei tricobezoari più di altri gatti .I tricobezoari sono boli di pelo che si formano nello stomaco e nell’apparato digerente del gatto. Di solito i gatti rigurgitano i boli di pelo, ma a volte essi si accumulano nello stomaco. Quando ciò accade, i gatti stanno male e possono esserci gravi conseguenze per la loro salute. Per eliminare i boli di pelo si può ricorrere alla pasta di malto, a quelle a base di vasellina o ad alcune piante, come l’erba gatta, la valeriana, che aiutano il gatto a spurgarsi. Per prevenire il problema, invece, dovrai pettinare tutti i giorni il gatto Persiano per eliminare il pelo morto ed evitare che lo ingerisca.

Rene policistico nel gatto Persiano

  • I gatti Persiani sono una razza predisposta a questo problema di salute. Si tratta dello sviluppo di cisti nella zona dei reni che, se non vengono curate, si ingrandiscono e si moltiplicano. Si pensa che il 38% dei gatti Persiani soffra di questa malattia ereditaria. È per questo motivo che sarebbe opportuno svolgere delle ecografie annuali a partire dal primo anno di vita. Se la salute del gatto Persiano non viene tenuta sotto controllo, questi animali possono morire presto, a soli 7-8 anni, proprio a causa di problemi renali trascurati o di cui non ci si è resi conto. Un consiglio che diamo è che al momento dell’acquisto del gatto richiediate all’allevatore il certificato veterinario che attesti la negatività al gene PKD1.

Malattie respiratorie del gatto Persiano

  • Osservando il muso del gatto Persiano ci si accorge subito di quanto sia schiacciato e di quanto siano grandi i suoi occhi. Entrambe queste caratteristiche possono causare effetti collaterali sulla salute del gatto. Il fatto di avere un muso così poco pronunciato comporta che le vie nasali siano molto più corte e quindi, il gatto sia più sensibile al freddo, al caldo, all’umidità o agli ambienti secchi. Ciò si ripercuote sulla capacità e sull’efficienza della respirazione. È anche per questo motivo che i gatti persiani non sono attivi come altri gatti che respirano con meno difficoltà, riuscendo ad ossigenare meglio il sangue.

Problemi cardiaci del gatto Persiano

  • Una conseguenza della cattiva respirazione è che prima o poi causerà problemi cardiaci. I gatti Persiani obesi hanno più probabilità di soffrire di tali problemi. Poco meno del 10% dei gatti Persiani soffre di cardiomiopatia ipertrofica felina. A causa di questa anomalia, il gatto sviluppa maggiormente la camera sinistra del muscolo cardiaco, cosa che può far morire sul colpo il gatto. La cosa curiosa è che la malattia colpisce praticamente solo i gatti maschi, mentre le femmine non vengono colpite dal problema.

Malattie oculari del gatto Persiano

  • La forma particolare degli occhi che caratterizza la razza può causare alcune delle malattie tipiche del gatto Persiano. Di seguito ti mostriamo quali sono le più importanti:
  • Anquiloblefaron congenito: quest’anomalia ereditaria si presenta nei gatti Persiani blu. Consiste nell’unione della palpebra superiore e di quella inferiore mediante una membrana.
  • Epifora congenita: consiste nella lacrimazione eccessiva dal lotto lacrimale, che si traduce nell’ossidazione del pelo e in infezioni causate da batteri o funghi nella zona colpita. Esistono dei farmaci specifici per curare il problema. Si tratta di una malattia ereditaria.
  • Entropion: l’entropion nel gatto si ha quando le ciglia del gatto strusciano contro la cornea, irritandola. Si ha quando il bordo della palpebra si gira all’interno. Si osserverà il gatto con gli occhi semiaperti, provoca una lacrimazione eccessiva e una vascolarizzazione della cornea che produce ulcere. Si tratta di una condizione che deve essere trattata chirurgicamente.
  • Glaucoma primario. Consiste nella pressione sanguigna eccessiva nell’occhio. Gli effetti sono opacità e perdita della vista. Deve essere trattato chirurgicamente.
  • Iridociclite. Questa malattia può essere dovuta ad un indebolimento genetico che con le cure appropriate tenderà a regredire. Nel caso ciò non succedesse può essere il segnale di malattie gravi che vanno a colpire le difese immunitarie.

Sei pronto ad Adottare un Cucciolo? Scopri i Cuccioli Contattaci