Varietà e Colori del Gatto Persiano Chinchilla

Nel gatto persiano Chinchilla è presente il gene “I” inibitore che inibisce parzialmente la deposizione del pigmento sulla lunghezza del pelo. La Fife (Federation Internationale Feline) ha riconosciuto altre varietà nella razza Persiano Chinchilla suddividendole  in base al colore e al tipping del pelo:

  • Chinchilla: Pelo e sottopelo rigorosamente bianco candido e setoso con tipping scuro che copre solo 1/8 del pelo. L’aspetto generale di questa varietà è bianco puro con sfumature molto delicate colore argento solo sull’estremità del pelo. Difficile trovare un Chinchilla puro, cioè senza difetti e striature scure oppure con sottopelo non perfettamente bianco con tendenza all’ingiallimento. Un gatto, apparentemente bianco ma con questi difetti sarà catalogato Silver Shaded.
  • Silver Shaded: ha le punte del pelo più scure rispetto a quelle del persiano chinchillà classico e il tipping copre 1/3 della lunghezza del pelo (e non 1/8 come nel chinchillà). Questa colorazione gli conferisce ovviamente un aspetto più scuro e tendente al grigio, che si può notare in particolare intorno al naso, sui fianchi e sulla coda. Il tartufo è rosso mattone.
  • Golden: in questi esemplari la colorazione del mantello cambia completamente. La base è infatti color arancio e il tipping (di 1/8) è nero. Gli occhi, le labbra e il naso non sono contornati di nero, ma di marrone. Il tartufo è un po’ più chiaro rispetto a quello del persiano chinchillà e del silver shaded. I cuscinetti plantari sono marroni.
  • Golden shaded: questa categoria ha la stessa colorazione del persiano golden, con l’unica differenza che il tipping nero ricopre non 1/8 della lunghezza del pelo, ma 1/3. Di conseguenza il colore del golden shaded è molto più scuro. Anche le altre caratteristiche fisiche sono identiche a quelle del golden.[2]

Curiosità

Sei pronto ad Adottare un Cucciolo? Scopri i Cuccioli Contattaci